Ognuno di noi è in grado fare la differenza

La missione di Capodanno in Bosnia con Gioventù Missionaria.

Di Ottavia T.

 

Non sono solita scrivere post ma penso che l´esperienza che ho appena vissuto valga la pena di essere condivisa. Dal 29 dicembre al 3 gennaio sono stata in missione umanitaria con altri 60 amici di tutta Italia in Bosnia ed Erzegovina, un Paese devastato da una guerra conclusasi quasi 20 anni fa, ma dalla quale non riesce ancora a risollevarsi.
Ho potuto vedere con i miei occhi il volto della guerra, di cui tante volte abbiamo sentito parlare nei racconti dei nostri nonni, letto sui libri di storia o osservato in qualche film, ma che sentiamo sempre lontano da noi come se non fosse poi così reale. La cosa che più mi ha colpita è questo popolo che pur privato di tutto ha ancora la voglia di donare e di donarsi agli altri, con il desiderio di vivere al meglio con ciò che gli è rimasto.

Cosa spinge un gruppo di ragazzi a lasciare gli affetti, le comodità di un capodanno a casa con gli amici per lanciarsi in questa avventura? Penso solo la stessa voglia di fare qualcosa di più, di donare una parte della propria vita. Da questo viaggio torno con la consapevolezza che c´è molto ancora da fare ma che ognuno di noi è in grado fare la differenza. Grazie ai padri e alle consacrate che ci hanno guidati supportati e sopportati in questa missione e a Gioventù Missionaria che l´ha resa possibile.

 

Guarda la galleria fotografica su Flickr qui.

 

Comparte esto: